Fideiussioni e Cauzioni: cosa sono

La fideiussione, è un contratto “di garanzia” disciplinato nelle sue linee essenziali dal codice civile, che prevede la partecipazione di tre parti: beneficiario, contraente e garante. Esso, sostanzialmente,  è  lo strumento tramite il quale il beneficiario della fideiussione si garantisce nei confronti del contraente per obblighi contrattuali assunti da quest’ultimo, mediante l’intervento di un terzo (garante).
Si possono distinguere in due grosse categorie:
  1. Fideiussioni sul Dare: a garanzia di un pagamento concordato in un contratto;
  2. Fideiussioni sul Fare: a garanzia della corretta esecuzione di un impegno contrattuale per l’esecuzione di un lavoro o di una forniture.
La richiesta di fideiussioni, già prevista dalla legge per tutti gli obblighi verso lo Stato e gli altri Enti Pubblici, appare sempre più spesso anche nei contratti fra privati e non è più considerata una dimostrazione di sfiducia di una parte verso l’altra, bensì uno strumento a protezione del patrimonio aziendale.
La società che emette la fideiussione sarà garante degli impegni presi dal Cliente e ne risponderà nei confronti del beneficiario della garanzia. Il beneficiario, in caso di insolvenza del contraente, può rivolgersi direttamente al Fideiussore (fideiussione a semplice richiesta) oppure attendere l’ultimo grado di giudizio fino al fallimento del contraente (fideiussione a perdita definitiva).
I soggetti beneficiari di una fideiussione avranno la sicurezza di essere tutelati da una società specializzata che prima di prestare la garanzia fideiussoria ha verificato attentamente tutta la situazione finanziaria, la solvibilità del richiedente.
Il premio pagato dal Contraente per l’emissione della fideiussione si calcola (a grandi linee) nel modo seguente:

importo da garantire × tasso annuo (da valutare in baso ai parametri indicati sopra)× durata fideiussione (in anni)
+
spese di istruttoria pratica (in base al tipo di fideiussione)
Parametri che possono far variare l’importo in modo più o meno sensibilmente sono:
  • Anzianità dell’attività del contraente
  • Importo da garantire
  • Affidabilità
  • Durata
  • Eventuali garanzia (Immobili / garanti reddituali)

Contattaci

* ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati