Fideiussione sugli Acconti al Costruttore – Legge 210/2004 Decreto Legge 122/2005

La Legge 2 agosto 2004 n. 210 “Delega al Governo per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire” e il relativo D.Lgs 20 giugno 2005 n. 122   “Disposizioni per la tutela dei diritti patrimoniali degli acquirenti di immobili da costruire, a norma della legge 2 agosto 2004, n. 210”, hanno introdotto nuovi obblighi per il costruttore al fine di garantire all’acquirente persona fisica una reale qualità del costruito:

  • Obbligo di stipulare una polizza fideiussoria che garantisce tutti gli acconti che il cliente  versa al venditore, e che gli verranno interamente restituiti nel caso di Fallimento del costruttore ed impossibilità di ultimare e consegnare l’immobile;
  • Obbligo di stipulare una polizza indennitaria decennale postuma che copra eventuali difetti di costruzione della struttura, dell’involucro, delle impermeabilizzazioni, di pavimentazioni e rivestimenti interni ecc.

L’impresa edile che vende rilascia all’acquirente una fideiussione pari agli importi riscossi secondo le modalità stabilite dal contratto a garanzia dell’eventuale fallimento dell’impresa edile. La fideiussione può essere stipulata da subito sull’intero ammontare degli acconti, sia quelli eventualmente versati che da versare, previsti dal contratto preliminare di compravendita. Il premio si versa in un’unica soluzione per l’intera durata della fideiussione, ovvero fino al trasferimento di proprietà dell’unità immobiliare.

Unitamente al premio la Compagnia è tenuta ad incassare dal Cliente una somma pari al 5 per mille dell’importo garantito con la fideiussione (rif.: Decreto 31.10.2006 del Ministero della Giustizia, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n° 18 del 23.01.2007), che dovrà essere versato al “Fondo di solidarietà per gli acquirenti di beni immobili da costruire”, gestito dalla CONSAP S.p.A., così come disciplinato dall’Articolo 17 del D.Lgs. 122/2005;

È bene prestare molta attenzione agli elementi necessari affinché l’accordo preliminare sia utile al compratore.

  • Va indicato, possibilmente con l’ausilio di una piantina, l’immobile.
  • Va segnalato quali lavori o beni inclusi con il prezzo d’acquisto.
  • Va segnalato il prezzo d’acquisto.
  • Data di consegna e eventuali penali per ritardi.
  • Data di firma del rogito.
  • Va confermata l’assenza di ipoteche o altri tipi di vincoli.
  • Confermare che l’immobile rispetti le normative edilizie e urbanistiche

 

I giudizi dei nostri clienti

Bruno Moretti

Servizio rapido e preciso!!!! E’ stato un piacere lavorare con Italia Fidejussioni.

Testimonianza inviata tramite Facebook

Scuola Italiana Mentoring

Il servizio è eccellente, le persone cortesi e professionali, in una frase: la risoluzione dei problemi è il loro mestiere!!!

Testimonianza inviata tramite Google

Eugenio Peluso

Ho trovato persone molto serie, competenti, disponibili e soprattutto che mi hanno permesso di ottenere quello di cui avevo bisogno in tempi rapidi e condizioni buone. Ottimo servizio.

Testimonianza inviata tramite Google

Antonella Di Nallo

Servizio eccellente, ho trovato persone disponibili, gentili e molto pazienti. Grazie di tutto

Testimonianza inviata tramite Google

Matteo Giovanelli

La considero una società seria, e devo ringraziare personalmente una loro valida collaboratrice, G.M, per la grande professionalità e cortesia avuta nei miei confronti e della società per cui abbiamo lavorato. Sicuramente nei prossimi mesi... »

Testimonianza inviata tramite Facebook

Marco Gamba

Ottima assistenza, pratica gestita in modo ottimale anche da fuori provincia.

Testimonianza inviata tramite Google

Ricevi subito il tuo preventivo

* ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati
Inviatemi la newsletter con novità e approfondimenti
Iscrizione alla Newsletter