Fideiussione per contratto di locazione, quali sono i suoi vantaggi

Sei un aspirante affittuario in cerca di dimora? Sei un locatore in cerca di inquilini? Perfetto, questo articolo ti interesserà sicuramente.

Sempre più locatori chiedono una fideiussione a garanzia del proprio patrimonio. Nello specifico il proprietario si tutela dalla possibile insolvenza dell’affittuario, ma anche da possibili danni arrecati all’immobile.

Noi siamo Agenti di una compagnia di assicurazioni italiana che si occupa di Fideiussione per garantire il puntuale pagamento del canone di affitto, ad uso residenziale, ad uso Ufficio e Studio professionale.

Cos’è?

La fideiussione per contratto di locazione è una forma contrattuale che serve per obbligazioni: garantisce il puntuale pagamento del canone di affitto e va a sostituire o inglobare il deposito cauzionale, quest’ultimo è una somma di denaro che viene restituita all’affittuario al termine del contratto a patto che quest’ultimo abbia rispettato i pagamenti e che non abbia recato alcun danno all’immobile. L’inquilino nella quasi totalità dei casi versa questa somma anticipatamente e serve come garanzia per il locatore.

Perché chiederla?

La fideiussione per contratto di locazione presenta diversi vantaggi per il locatore, innanzitutto la somma di denaro a garanzia è più alta rispetto a quella offerta dal deposito cauzionale, che può avere un tetto massimo di tre canoni d’affitto mensili.

Ad esempio se il locatore avvia una pratica di sfratto, che dura solitamente dodici mesi, con la sola garanzia del deposito cauzionale potrà coprire al massimo tre mensilità e resterebbe scoperto per le altre nove. Con la fideiussione per contratto di locazione è invece possibile avere la garanzia di una somma pari anche a un anno di fitto.

Inoltre l’intermediazione di un istituto di credito autorizzato rende le operazioni celeri e maggiormente trasparenti. Analogamente al deposito cauzionale, la fideiussione per contratto di locazione garantisce al locatore la possibilità di avere i propri soldi qualora l’affittuario tardasse a pagare, venendo meno ai suoi obblighi. Il locatore potrà anche chiedere eventuali danni che l’affittuario ha arrecato all’immobile. Altro vantaggio per il locatore, quest’ultimo può anche chiedere a prima richiesta il pagamento delle mensilità direttamente al fideiussore, senza chiedere prima all’affittuario, risparmiando tempo. Le spese della fideiussione sono a carico dell’affittuario.

Quindi se il proprietario dell’immobile da affittare chiede una fideiussione, ci sarà senz’altro bisogno di un fideiussore. Il ruolo del fideiussore è quello di garantire al locatore dell’immobile un pagamento per conto dell’affittuario qualora quest’ultimo non sia in grado di pagare l’affitto. A sua volta l’istituto di credito facente il fideiussore si potrà rivelare sul contraente per recuperare i soldi versati al locatore.

Come funziona?

I soggetti interessati nell’istituto della fideiussione per contratto di locazione sono, in buona sostanza, tre:

  • il contraente: l’affittuario
  • il beneficiario: il locatore e proprietario dell’immobile da affittare che richiede la fideiussione come garanzia ai propri beni
  • il fideiussore: l’istituto che rilascia la fideiussione

Il fideiussore può essere un istituto qualificato al rilascio di fideiussioni. Le due forme più diffuse in questo caso sono la fideiussione assicurativa e una fideiussione bancaria, ma quale scegliere e perché?

Fideiussione assicurativa o bancaria?

La fideiussione assicurativa ha una burocrazia più snella, non congela beni o denaro del contraente come forma di garanzia. Prevede il pagamento di un premio in denaro per il servizio prestato, dilazionato in più volte o in soluzione unica. Il mancato versamento del premio solleva l’agenzia dai propri oneri, rendendola meno sicura di quella bancaria.

La fideiussione bancaria è burocraticamente più complessa e prevede il congelamento di beni o somme di denaro, pari o superiori alla cifra pattuita. Ciò dà meno mobilità al contraente della fideiussione ma la rende più solida rispetto a quella assicurativa.

In via generale la fideiussione assicurativa resta la formula più veloce e meno onerosa.

La fideiussione assicurativa è meno sicura rispetto a quella bancaria perché l’eventuale escussione della fideiussione prevede, nelle condizioni generali, la clausola di rimborso alla fissazione dell’udienza di sfratto o a perdita definita, cioè il beneficiario viene risarcito dalla Compagnia di assicurazioni solo al termine della procedura giudiziale in cui il beneficiario escute, con esito negativo, il debitore principale.
La fideiussione Bancaria, poiché è costituita con un pegno in denaro pari al 110% dell’importo da garantire, viene escussa a semplice richiesta scritta del beneficiario che viene risarcito entro 10 gg dalla richiesta.

Le altre tipologie di affitto con fideiussione sono: per contratto di locazione transitorio, per contratto di affitto agevolato, per affitto ramo d’azienda, per contratti di affitto ad uso turistico, per affitto di libero mercato, per contratti di affitto commerciali.

Noi siamo Agenti di una compagnia di assicurazioni italiana che si occupa di Fideiussione per garantire il puntuale pagamento del canone di affitto, ad uso residenziale, ad uso Ufficio e Studio professionale.

Contattaci subito, rispondiamo alle tue domande in tempo reale.

Riccardo Esposito

 

Contattaci

* ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati
Inviatemi la newsletter con novità e approfondimenti
Iscrizione alla Newsletter