Fideiussione bancaria: 6 dettagli che forse non conosci

Devi stipulare una fideiussione bancaria perché hai finalmente deciso di accendere un mutuo, o più semplicemente vuoi affittare casa per cominciare la tua vita indipendente. Oppure, situazione diametralmente opposta, hai bisogno del visto turistico per soggiornare in Italia.

Fonte Pixabay

Prima non avevi mai sentito parlare di fideiussione bancaria vero? Forse solo per sentito dire. Ti rinfresco la memoria, la fideiussione bancaria è una particolare forma di prestito che la banca decide di concedere quando hai sufficienti garanzie da offrirle.

Con la fideiussione puoi ottenere la liquidità necessaria per accedere a un servizio. Questa garanzia bancaria vede coinvolti tre soggetti:

  •  Contraente: è una persona fisica o giuridica, in altre parole, colui che stipula fideiussione chiedendo un prestito. 
  •  Beneficiario: chi eroga il contratto fideiussorio e ne beneficia, lo richiede per tutelarsi. Il beneficiario può essere una banca, un’agenzia assicurativa, un ente, azienda o persona. In questo caso il beneficiario è la banca. 
  •  Fideiussore: è il garante colui che paga al posto del contraente in caso di insolvenza. Questo ruolo è rappresentato dall’istituto di credito o da una persona. 

La firma della fideiussione viene rilasciata dalla banca dietro il pagamento una commissione per il servizio offerto. In genere si aggira intorno all’1 % al netto di tasse dell’importo garantito dalla banca. Ci sono anche altri dettagli da tenere in considerazione che potrebbero essere sfuggiti al tuo sguardo nella lettura del contratto. Ecco 6 dettagli che forse non conosci e devi sapere assolutamente.

Il tempo 

La fideiussione bancaria richiede tempi piuttosto lunghi. Il motivo? La banca richiede al contraente di vincolare ingenti somme di denaro che spesso il contraente non possiede e deve procurarsi inoltre l’istituto bancario deve il tempo di effettuare le dovute verifiche. In media potrebbe trascorrere anche qualche settimana. Se hai bisogno di una fideiussione in tempi rapidi non trascurare questo dettaglio.

I costi

La fideiussione bancaria ha anche un altro dettaglio, i costi. Ebbene si, ha una burocrazia piuttosto robusta da portare avanti e anche per questo è una forma di fideiussione molto solida, ma ha un costo piuttosto elevato, fatto che va preso in seria considerazione insieme al congelamento dei conti.

Tutto ciò rende la fideiussione bancaria adatta a trattative a lungo termine e con cifre in ballo piuttosto grandi. Altrimenti potresti avere bisogno di forme di fideiussione più agili e snelle.

Valuta con attenzione il tuo fideiussore 

La scelta del fideiussore è importante. Prima di firmare il contratto domandati se puoi davvero sostenere i costi e le spese, trovarti in difficoltà con i pagamenti significa ricorrere al fideiussore che non può essere una persona qualunque o semplicemente un conoscente.

Deve essere una persona fidata. Un parente prossimo: un genitore, un fratello o sorella. Informa il fideiussore delle sue responsabilità e ricordagli che in caso di insolvenza da parte del contraente potrebbe dover rispondere con l’intero patrimonio personale.

Passato creditizio limpido

Prima di sottoscrivere la garanzia fideiussoria assicurati avere una situazione patrimoniale limpida. La banca concederà la fideiussione solo dopo aver esaminato il tuo passato creditizio per assicurarsi che il debito possa venire saldato.

Se risulti un cattivo pagatore potrebbe non erogare il contratto. Questo dettaglio spesso non viene considerato e si crede di poter ricorrere alla fideiussione con troppa facilità.

Capitale a disposizione del contraente 

Se contrai una fideiussione bancaria non potrai effettuare transazioni su grandi somme. La banca congelerà il tuo patrimonio ovvero soldi e immobili per una percentuale che si aggira intorno al 100% al 120% del valore totale dalla fideiussione. I procedimenti del congelamento sono molto semplificati se si contare fideiussione presso la banca dove si possiede conto bancario.

Fideiussore e l’escussione a prima richiesta 

Le banche spesso richiedono l’escussione a prima richiesta, ma cosa vuol dire escussione? Con questo termine la banca impone al fideiussore di pagare quanto dovuto nel caso in cui il contraente non sia riuscito ad ottemperare ai suoi oneri.

E allora in cosa consiste l’escussione a prima richiesta? Presta attenzione a questo dettaglio, se ne nel contratto è presente questa clausola il fideiussore è obbligato a versare le somme non dovute dal contraente immediatamente e senza alcuna.

Contattaci

* ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati
Inviatemi la newsletter con novità e approfondimenti
Iscrizione alla Newsletter