A COSA SERVONO LE FIDEIUSSIONI

Le fideiussionihanno grandissima utilità nella vita pratica, e questo si capisce dalla larga diffusione che hanno nei rapporti di affari e di scambio. Chi per contratto, ha diritto ad una prestazione che dovrà essere adempiuta in un tempo futuro o che deve essere eseguita in modo continuativo per un certo periodo di tempo, vuole essere “garantito” che questo avvenga. Per questo chiede l’intervento di un terzo soggetto (garante) che subentri nel caso in cui chi debba eseguire la prestazione non lo faccia. Il garante in questo caso, esegue la prestazione al posto di chi era tenuto a farlo e poi si rivale su quest’ultimo.
Un’esemplificazione:

GARANTE O FIDEIUSSORE:
  • rilascia la garanzia e incassa il corrispettivo (o premio) dal contraente
  • paga l’eventuale indennizzo a favore del beneficiario qualora il contraente non lo faccia
  • dopo aver pagato l’indennizzo si rivale sul contraente

CONTRAENTE:
  • è obbligato ad adempiere l’obbligazione contrattuale
  • è obbligato a a prestare la fideiussione
  • paga il corrispettivo (o premio di fideiussione)
  • con il suo comportamento inadempiente genera l’intervento del garante

BENEFICIARIO O GARANTITO:
  • chiede la fideiussione per garantirsi
  • può subire il danno per l’inadempienza del contraente
  • chiede il risarcimento al garante. 

Contattaci

* ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati