Quali sono i documenti base per emettere una fideiussione assicurativa ?

    Dopo aver avuto numerose richieste pubblichiamo un elenco di documenti necessario per richiedere l’emissione di una garanzia fideiussoria assicurativa.

    L’elenco è solo indicativo , perché spesso le compagnie richiedono altri documenti aggiuntivi.

ELENCO DOCUMENTI NECESSARI PER ESAME DEL RISCHIO
Visura Camerale aggiornata datata non più di 6 mesi dal quale risulti che non sono in corso
procedure concorsuali a carico della società
Bilanci ufficiali relativi agli ultimi due esercizi con tutti gli allegati, e situazione
patrimoniale aggiornata a data recente.
Unico della società anno precedente ed anno in corso con relative ricevute di presentazione
Documento di Identità e Codice fiscale del legale rappresentante
Modello Unico del legale rappresentante
Lettera  o Contratto di richiesta (con schema polizza) da parte del beneficiario della garanzia fideiussoria
Decreto o Bando
Documenti di identità e codici fiscali dei soci che si coobbligano
Modello Unico dei singoli soci anno in corso che si coobbligano
Modulo di presentazione del rischio.
DOCUMENTAZIONE AGGIUNTIVA PER TIPO DI RISCHIO
RIMBORSO I.V.A.
Lettera di richiesta del Beneficiario. Qualora dovesse risultare datata, sarà necessario sapere i
motivi del ritardo della richiesta
Mod.VR e mod. IVA completo (nel periodo in cui quest’ultimo non è ancora disponibile andrà
sostituito con il prospetto di liquidazione periodica al 31 dicembre dell’anno di riferimento)
Mod.TR nel caso di richiesta di rimborso IVA trimestrale
Modd. IVA completi riferiti alle due annualità precedenti a quelle oggetto di garanzia
Questionario IVA debitamente compilato in tutte le parti e sottoscritto
In caso di credito IVA per acquisti, copia delle relative fatture (se numerose sono sufficienti le
principali) e, nel caso di acquisti di beni immobili, anche copia dei relativi rogiti
In caso di credito IVA per operazioni non imponibili a seguito di dichiarazioni di intento,
elenco dei clienti del contraente della polizza e copia delle dichiarazioni di intento di ciascun
esportatore che il contraente ha inoltrato in via telematica all’Agenzia delle Entrate con allegate ad
ognuna le copie delle relative fatture
Versione 1.1 dello 02/05/2013
In caso di operazioni effettuate in regime di reverse charge, le relative fatture e una
dichiarazione sottoscritta dalle parti, o documentazione equipollente, che attesti che la tipologia
dell’operazione rientra tra quelle soggette all’istituto del reverse charge
DURATA DELLA GARANZIA: la garanzia prestata con la polizza fidejussoria ha efficacia a
decorrere dalla data di esecuzione del rimborso a favore del richiedente per una durata pari a tre
anni dal rimborso stesso ovvero, se inferiore, pari al periodo mancante al termine di decadenza
dell’accertamento
CONTRIBUTI
“anticipazione contributi” è la seguente:
decreto di concessione delle agevolazioni
copia del bando di riferimento
copia del vademecum o della normativa che disciplina le modalità di gestione del
contributo
testo di polizza.
210 PERMUTE
Importo da garantire e durata
indicare i valori di zona, sia di costo (per m2) sia di ricavo (per m2) di quel determinato tipo
di immobile;
concessione edilizia.
 bozza del preliminare di compravendita contenente l’indicazione dell’anticipo pattuito;
descrizione e valutazione dell’immobile;
copia del contratto da garantire con i relativi allegati (progetto, planimetrie e disciplinare
tecnico);
 piano economico (costi e ricavi) dell’intera operazione;
piano finanziario (modalità di copertura dei costi).
PRELIMINARE DI VENDITA
copia del contratto da garantire con i relativi allegati (progetto, planimetrie e disciplinare
tecnico), contenente l’indicazione dell’anticipo pattuito
descrizione e valutazione dell’immobile
piano economico (stima dei costi e dei ricavi) e finanziario (fonti di finanziamento)
dell’intera operazione
DOGANALI
 I documenti tecnici da acquisire per il rischio in oggetto sono di seguito riportati:
– copia della polizza furto, incendio e rapina di massimale pari al valore delle merci più i diritti
doganali o l’iva da versare
– copia della richiesta di introduzione della merce nel deposito fiscale e documento che attesta il
valore delle merci che vengono introdotte nel magazzino (es fattura)
copia dell’autorizzazione all’istituzione e all’esercizio del deposito fiscale.
 Copia della concessione ministeriale di autorizzazione di apertura del magazzino, dove sono indicate
la quantità e la qualità della merce.
 Copia della polizze incendio, furto e perdita della merce il cui massimale sia a copertura dei valori.
Per polizze nuove:
La presente garanzia non prende in carico le operazioni antecedenti alla data di effetto indicata e
non ancora appurate.
DOGANALI IVA 041
Polizza prestata a garanzia dell’IVA dovuta sulle merci immesse in libera pratica ed introdotte da (..inserire
denominazione dell’importatore/i) nel deposito IVA della Società (..indicare estremi del depositario..)fino
all’avvenuta comunicazione della regolare registrazione dell’autofattura nella contabilità del soggetto che ha
proceduto all’estrazione della merce dal deposito IVA. L’atto di garanzia prevede il riaccredito per le
operazioni concluse.
DEPOSITO FISCALE IN SOSPENSIONE DI ACCISA
Allegare testo in appendice
 copia della richiesta di introduzione della merce nel deposito fiscale e documento che attesta il
valore delle merci che vengono introdotte nel magazzino (es fattura)
 copia dell’autorizzazione all’istituzione e all’esercizio del deposito fiscale.
 Copia della concessione ministeriale di autorizzazione di apertura del magazzino, dove sono indicate
la quantità e la qualità della merce.
 Copia della polizze incendio, furto e perdita della merce il cui massimale sia a copertura dei valori.
 Ubicazione del deposito fiscale ( indirizzo, comune, provincia);
che il “Contraente” è titolare del deposito fiscale n°…. , Codice di Accisa n° ….. ed è autorizzato
a detenervi le seguenti merci: …….
Per polizze nuove:
La presente garanzia non prende in carico le operazioni antecedenti alla data di effetto indicata e non ancora
appurate.
DEPOSITO IVA CONTO SCALARE
Allegare testo in appendice
 informazioni sul titolare della polizza furto/incendio;
Versione 1.1 dello 02/05/2013
 documento di introduzione della merce nel deposito fiscale IVA o altro documento che permetta di
verificare la corrispondenza dell’importo del massimale richiesto con quello dell’IVA delle merci da
introdurre.
ISCRIZIONE ALBO IMPRESE GESTIONE RIFIUTI
 Copia iscrizione all’Albo Nazionale(se prima iscrizione, copia della domanda e lettera con cui viene
richiesta la polizza)
 Copia della polizza R.C. Auto per ciascun mezzo adibito al trasporto, con estensione alle operazioni
di carico e scarico con mezzi meccanici
 Copia R.C. Generale della ditta contraente, possibilmente con estensione al rischio inquinamento
R.C. Inquinamento con massimale pari al massimale della garanzia fidejussoria ( solo in caso di
rifiuti pericolosi)
 (per le attività di bonifica dei beni contenenti amianto cat. 10/A e 10/B):
a) copia della domanda di iscrizione alle competenti autorità
b) informativa in merito al sito finale dei rifiuti
Notizie sulla provenienza dei rifiuti e sulla loro destinazione
Per attività di bonifica di beni contenenti amianto cat.10 A e B: informativa in merito al sito finale dei rifiuti
Copia dell’autorizzazione dell’esercizio dell’attività
Copia Iscrizione all’Albo Nazionale
Per attività di bonifica dei beni contenenti amianto cat.10 A e B: copia della domanda di iscriz. alle competenti autorità
Copia polizza RC Auto di ciascun automezzo adibito al trasporto, con estens. di carico e scarico con mezzi meccanici
Copia RC generale della ditta contraente, possibilmente con estens.al rischio inquinamento
RC Inquinamento con massimale pari al massimale della gar. fideiussoria (solo in caso di rifiuti pericolosi)
Business plan in forma sintetica
Portafoglio lavori/commesse dettagliato, per soc. di costruzioni o operanti nell’ambito di AA.PP.
STOCCAGGIO RIFIUTI
 Copia iscrizione all’Albo Nazionale
 D.D.G. (Autorizzazione Integrata Ambientale)
 D.R.S. (Decreta…)
Ordinanza Commissariale
FORNITURE PRIVATI
 Copia di contratto o ordine di acquisto/fornitura inerente l’obbligazione del rischio da assumere,
datato e sottoscritto dalle parti
 Indispensabile costituzione di collaterale in numerario.
Versione 1.1 dello 02/05/2013
ONERI DI URBANIZZAZIONE
(PAGAMENTO DILAZIONATO ONERI DI URBANIZZAZIONE PRIMARIA E
SECONDARIA E COSTO DI COSTRUZIONE)
 Bozza della Convenzione (oppure atto di obbligo) da stipulare con il Comune
 Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione da eseguire
 Piano economico (stima dei costi e dei ricavi) e finanziario (fonti di finanziamento) dell’intera
operazione
 Relazione descrittiva sull’iniziativa
 Piano di dilazione dei pagamenti
 Copia della Concessione edilizia
ONERI DI URBANIZZAZIONE
(ESECUZIONE DIRETTA LAVORI OPERE DI URBANIZZAZIONE)
 Bozza della Convenzione da stipulare con il Comune
 Computo metrico estimativo delle opere di urbanizzazione da eseguire
 Piano economico (stima dei costi e dei ricavi) e finanziario (fonti di finanziamento)
dell’intera operazione
 Relazione descrittiva sull’iniziativa
PON MIUR
Atto d’obbligo
Decreto di concessione
Disciplinare
Scheda progetto
Copia progetto
Piano finanziario costi non finanziati

(per grossi importi scheda FAR del progetto.

Contattaci

* ho letto l'informativa sulla privacy e acconsento al trattamento dei miei dati